Danno e Risarcimento

STUDIO LEGALE

Avvocato Sara Marchi

Lo studio
Lo studio legale dell`avvocato Sara Marchi a Udine si occupa di Diritto Civile, con particolare riguardo alla responsabilità del danno e il conseguente diritto al risarcimento in ogni ambito Civilistico e Giuslavoristico, dalla responsabilità medica, agli incidenti stradali; dagli infortuni sul lavoro, alla malattia professionale, al danno da demansionamento professionale, al mobbing, alla discriminazione sul lavoro, al licenziamento illegittimo; dal danno da vacanza rovinata, alla tutela del consumatore per prodotto difettoso, ai diritti del passeggero al Condominio ai bandi per gare d’appalto, pubblici concorsi e in generale responsabilità della Pubblica amministrazione.
Lo studio di occupa anche della costituzione di parte civile nei processi penali per il risarcimento dei danni cagionati da Reato Penale, tipo: truffa, diffamazione, calunnia, furti e rapine, mobbing e stalking e lesioni personali, per infortuni sul lavoro e incidenti stradali. Nel nostro sistema giuridico vige il principio per il quale ciascuno deve comportarsi in modo tale da non ledere la posizione altrui. Si definisce, infatti, danno quel pregiudizio che deriva da un comportamento colposo (ossia causato da negligenza, imperizia o imprudenza) o volontario (doloso) di un altro soggetto. Se questo danno è ingiusto, cioè non c'è una norma che autorizza o impone quel determinato comportamento, allora la legge impone che l'autore del comportamento sia obbligato a risarcire il danno stesso. La legge prevede che chiunque causa ad altri un danno ingiusto è tenuto a risarcirlo. Il danno risarcibile si distingue in danno patrimoniale e non patrimoniale (con la sottocategoria del danno biologico e l'eventuale perdita della persona cara).
Chi sono
Sono un avvocato abilitato al patrocinio presso la Corte di Cassazione e le giurisdizioni Superiori, abilitata all’esercizio della professione forense in data 23.10.06. Iscritta all’Ordine degli avvocati di Udine dal 12.1.2007 Mi occupo di diritto del lavoro e risarcimento del danno in ogni ambito, aspetti amministrativi e penali, membro di Consiglio di Amministrazione e di Organismo di Vigilanza aziendale d.lgs 231/01 e disponibile a domiciliazioni. Ho effettuato la pratica anche di consulente del lavoro e maturato una particolare esperienza in pratiche di agenti di commercio e rappresentanti, appalti pubblici e privati (con particolare riguardo alla materia edilizia), pratiche d'infortuni sul lavoro, diritto previdenziale e malattia professionale, diritto del lavoro nel pubblico impiego, sicurezza sul lavoro, licenziamenti e procedimenti disciplinari, anche per socio-lavoratore, demansionamento, mobbing, discriminazioni nel mondo del lavoro, opposizioni a cartelle di pagamento INPS, INAIL, ispettorato del lavoro e ruoli Equitalia.
Ho effettuato docenze di diritto del lavoro e sicurezza del lavoro normativa anti infortunistica 81/2008 e successive. Svolgo consulenza individuale e aziendale.
Ambiti di intervento




Diritto Civile




Diritto del Lavoro




Responsabilità Medica




Malattia Professionale




Infortuni sul lavoro




Mobbing, demansionamento e discriminazione




Incidenti stradali




Costituzione di parte civile nel processo penale
Risarcimento del danno
Danno patrimoniale
Si definisce danno patrimoniale la lesione che un soggetto subisce al proprio patrimonio e che è immediatamente e naturalmente valutabile in termini monetari. Danno alla vettura in un incidente stradale, differenze retributive nel rapporto di lavoro etc.
Quando si parla di danno patrimoniale si distingue tra:
  • la lesione diretta del patrimonio del danneggiato in questo caso di parla di danno emergente;
  • la lesione del patrimonio in prospettiva rappresentata dai minori guadagni che il danneggiato realizzerà in seguito dalla lesione della sua posizione (si pensi ai mancati guadagni del professionista costretto ad un ricovero ospedaliero per essere stato investito mentre attraversava la strada) e in questo caso si parla di lucro cessante.
Danno non patrimoniale
Il danno non patrimoniale, invece, consiste nella lesione di un bene della vita che non può essere oggetto di quantificazione economica. Si pensi all'onore, alla salute, alla vita di relazione. La possibilità di ottenere il risarcimento del danno non patrimoniale è disciplinata dall'art. 2059 del codice civile che è oggi interpretato nel senso di consentire il risarcimento dei soli pregiudizi che seguono alla lesione di una posizione riguardante la persona e che trova un riconoscimento nella Costituzione.
Danno biologico
Nell`ambito dei danni non patrimoniali è compreso anche il danno da lesione della salute, detto danno biologico, particolarmente conosciuto perchè viene normalmente liquidato nella maggior parte delle procedure che derivano da un sinistro stradale nel corso del quale si sono verificate delle lesioni. Il danno biologico ha trovato la sua prima definizione nell'ambito della disciplina delle lesioni derivanti da sinistro stradale, ma questa categoria si applica a tutti i tipi di lesioni causati dall'altrui comportamento imprudente. Si pensi al caso dell'errore del chirurgo che causa una invalidità al paziente in seguito all'esecuzione non corretta di un intervento.
Ovviamente la lesione alla salute può anche riguardare la sfera psichica del danneggiato quando questo, a causa del comportamento illecito di altri, matura una patologia psichica. Normalmente per la valutazione circa l'esistenza e l'entità di un danno alla salute si ricorre ad un'apposita perizia medico legale. La valutazione del danno biologico tiene in considerazione:
  • il periodo di durata della malattia: ovverosia il tempo che va dal verificarsi del danno al momento della guarigione oppure al momento in cui le terapie non sono più in grado di migliorare la situazione del danneggiato (si parla in questo caso di invalidità temporanea); le eventuali conseguenze permanenti che non sono eliminabili neppure continuando nelle terapie e che quindi il danneggiato subirà per il resto della sua vita (si parla in questo caso di invalidità permanente). Il grado dell'invalidità permanente viene valutato attribuendo un punteggio percentuale. La monetizzazione di questi parametri si effettua applicando delle specifiche tabelle che prevedono una somma di denaro:
    • per ogni giorno di invalidità temporanea;
    • per ogni punto percentuale di invalidità (somma che varia a seconda dell'età del danneggiato).
Perdita di una persona cara
Altra forma particolare di danno non patrimoniale è rappresentata dal danno che deriva ai parenti più stretti per la perdita di una persona cara. Si pensi all'ipotesi di una persona che muore in un incidente stradale o a seguito di un ‘infortunio sul lavoro, le c.d. “morti bianche” e al dolore e alla perdita che questo fatto genera per il coniuge e i figli. In questo caso il danno viene liquidato facendo riferimento alle tabelle predisposte dal Tribunale di Milano che individuano delle somme minime e massime per ciascun parente stretto. Ogni danno comunque dev’essere `personalizzato`, perché ognuno ha un proprio vissuto e delle caratteristiche che lo distinguono dalle altre persone; quindi sebbene la base per calcolare un risarcimento del danno biologico siano le tabelle di Milano e le percentuali di personalizzazione ivi inserite, l’attività del legale specializzato è proprio quello di far avere al proprio cliente il Giusto Risarcimento per ogni danno subito.
Contattami per un appuntamento
Dichiaro di aver letto e di accettare i termini e le condizioni
Avvocato Sara Marchi
Danno e Risarcimento
Via Della Prefettura, 8
33100 UDINE (UD)
Tel: 0432229015
Email: avvsaramarchi@gmail.com
P.IVA: 02377640301